Archivio

Posts Tagged ‘emilia rossi’

Questa sera Facebook, i blog e i nuovi strumenti per comunicare!

14 aprile 2010 Lascia un commento

Le nuove tecnologie e i nuovi strumenti di condivisione e coinvolgimento sono al centro dell’attenzione questa sera presso il centro di formazione CRI “E.Rossi”. inizia infatti questa sera il corso “Da Facebook ai blog nuovi strumenti per comunicare”. Si apre un’altra frontiera che coinvolge non solo il mondo della comunicazione ma anche quello del volontariato riuscendo attraverso i nuovi media ad instaurare un rapporto più vicino e trasparente con tutti gli iscritti.

Il corso inizia alle 21.00 presso il centro di formazione CRI “E.Rossi” in strada Pontecurone 19 a Valenza (AL)

Sintesi del corso

I nuovi sistemi di comunicazione, ed in particolare i social network e i blog consentono di comunicare le fasi dell’emergenza in maniera differente diventando uno strumento di diffusione, ma anche di raccolta delle informazioni. Conoscere e utilizzare i nuovi strumenti da Facebook a Twitter ai blog, risulta efficace non solo in emergenza ma anche per attività istituzionali del volontariato. Il corso si propone di presentare i punti di forza e di debolezza dei nuovi strumenti proponendo casi reali di successo.

 

Programma:

Lezione 1: concetti base e propedeutici del web 2.0. Cosa sono le reti, le reti sociali e la transazione dal web tradizionale al 2.0; i blog, facebook, twitter, friendfeed: funzionalità e potenzialità in emergenza e non. Esempi

Lezione 2: workshop – utilizziamo FB, TW e Blog, per migliorare le comunicazioni/informazioni in situazioni di emergenza e in situazioni di pace. Esempi concreti.

Lezione 3: Approfondimenti, domande e proposte.

 

Calendario:

Mercoledì 14 – Lunedì 19 – Mercoledì 21 aprile ore 21.00 – 23.00

Inizia oggi il corso di primo soccorso

Inizia questa sera alle ore 21.00 presso il centro di formazione “E.Rossi” di Valenza il corso di primo soccorso per volontari di protezione civile. Il corso sarà tenuto da monitori di primo soccorso della Croce Rossa Italiana e si svilupperà in 8 lezioni.

Sono due le ragioni per frequentare un corso di primo soccorso, apprendere le principali nozioni per prestare effettivamente i primissimi e fondamentali soccorsi (manovre salvavita) ad una persona che si trova in stato di necessità ma anche, conoscere i principi base di auto protezione al fine di prevenire il verificarsi di possibili infortuni.

Ci vediamo questa sera!

Corsi 2010 3° puntata – L’ABC dela Protezione Civile

16 febbraio 2010 Lascia un commento

Questo corso vuole riproporre in chiave aggiornata i concetti base per operare all’interno del sistema nazionale della protezione civile. Lo scopo di questo percorso è quello di aiutare il volontario a scegliere la propria specializzazione, saranno infatti affrontati diversi argomenti, dalla gestione di un magazzino alla logistica dell’emergenza alla normativa e i protocolli di intervento ai rischi. In questo modo oltre ad avviare un possibile ripasso  per i volontari con maggiore “anzianità” di servizio, diventa un modo per confrontarsi con volontari appartenenti a realtà diverse dalla propria. Il corso è indicato sia per i volontari esperti che per chi ha appena iniziato la propria esperienza all’interno della protezione civile.

 

Programma:

Lezione 1: Il sistema nazionale di PC e la normativa regionale

Lezione 2: workshop “i rischi naturali e antropici” 

Lezione 3: Le strutture operative nazionali di PC

Lezione 4: Le comunicazioni in emergenza

Lezione 5: L’attività sociale in emergenza e la psicologia dell’emergenza

Lezione 6: La gestione di un magazzino di pronto intervento

Lezione 7: I sistemi di triage e cenni di medicina delle catastrofi

Lezione 8: la logistica dell’emergenza

Calendario:

Domenica 21 febbraio ore 09-13

23 – 25 febbraio  e  02 – 04 – 09 – 11 marzo ore 21-23

Corsi 2010 2° puntata. I fattori critici di successo di un’emergenza

9 febbraio 2010 Lascia un commento

In questa seconda puntata presentiamo il percorso formativo “I Fattori critici di successo di un’emergenza”. L’idea di questo corso nasce dalla volontà di ragionare “a freddo”, quindi distanti da una situazione di emergenza degli elementi che potrebbero essere migliorati per fornire una risposta più adeguata alla risoluzione della crisi. Sarà anche in questo caso preso in considerazione il punto di vista della persona, sia essa un volontario, un cittadino o un rappresentante delle istituzioni. In questo percorso formativo, ci sarà una parte gestita dai formatori, ed una ricca parte di riflessioni in plenaria finalizzate a far emergere azioni o idee utili a tutti i soggetti che operano in situazioni di emergenza.

Descrizione del corso

Quando si può definire “di successo” la gestione di un’emergenza? Durante una crisi intervengo fattori, variabili e vincoli che, se adeguatamente considerati, possono facilitare la risoluzione positiva della crisi stessa. Le attività che vengono svolte prima del verificarsi di un evento rappresentano sicuramente il primo passo verso una corretta gestione dell’evento, tuttavia a volte non sono sufficienti, si rende necessaria una maggiore attenzione sulle dinamiche di lavoro che vengono messe in atto durante una maxiemergenza.   L’idea è quella di presentare in aula possibili scenari di emergenza coinvolgendo i partecipanti nell’individuazione dei possibili elementi di criticità/opportunità, affrontando in una seconda fase l’analisi degli aspetti teorici/pratici in grado di contribuire al superamento della criticità stessa. Il corso si rivolge soprattutto a volontari che hanno già avuto esperienze in ambito di maxiemergenza al fine di potersi confrontare anche su esperienze personali.

Programma:

Lezione 1: le fasi di una gestione di successo di una maxiemergenza

Lezione 2: workshop “aree di miglioramento della gestione di una maxiemergenza”   – analisi dei bisogni per il successo di una maxiemergenza

Lezione 3: strumenti per migliorare l’intervento del volontariato nelle maxiemergenza

 Calendario:

Domenica 16 maggio ore 09-13 – Venerdì 21 maggio ore 21-23

Altre informazioni sull’offerta didattica 2010 sono disponibili cliccando qui